salta al contenuto

Notizie in evidenza

 
Torna alle news

06/05/2024 Accreditamento iscrizione nel ReGindE

Le istruzioni che seguono sono riservate agli utenti esterni, al fine di potere inviare in via telematica i loro atti, mediante iscrizione nel ReGindE, pregando vivamente di attenersi alle stesse .

La Presidente del Tribunale per i Minorenni di Bari

Dott.ssa Valeria Montaruli

 

 

PCT Minorile: accreditamento

  • I depositi telematici presso il Tribunale e la Procura per i Minorenni devono avvenire secondo le regole tecniche del PCT, rif. Portale dei Servizi Telematici https://pst.giustizia.it, con individuazione del soggetto incaricato e dei soggetti abilitati.
  • Le comunicazioni e notificazioni da parte della cancelleria perverranno all’indirizzo PEC della Pubblica Amministrazione (PA) e/o dei soggetti come inserito nei sistema di cancelleria. La PA deve comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata per la ricezione delle comunicazioni e notificazioni, ai sensi dell’articolo 16, comma 12, primo periodo, del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni nella legge 17 dicembre 2012, n. 221.
  • Per l’attività di accreditamento delle PA occorre fare riferimento alle schede operative sul sito ministeriale: https://pst.giustizia.it/PST/it/dettaglio_schede_utente.page?contentId=ACC532&modelId=12
  • Per gli enti, società, cooperative sociali, ecc. che gestiscono comunità per minori – e comunque nei casi per i quali allo stato l’iscrizione al ReGIndE non risulta applicabile – è necessario che la struttura provveda all’accreditamento mediante un proprio rappresentante già iscritto al ReGIndE: https://pst.giustizia.it/PST/it/dettaglio_schede_utente.page?contentId=ACC405&modelId=12
  • La verifica dell’iscrizione può avvenire sul PST all’indirizzo: https://servizipst.giustizia.it/PST/it/homepage.wp

 

PCT Minorile: depositi telematici

  • I depositi degli enti/soggetti devono essere predisposti mediante l’utilizzo degli appositi redattori. A tal fine il professionista deve attivarsi mediante uno dei redattori disponibili sul mercato. Al seguente link si trova una lista non esaustiva dei redattori disponibili: https://pst.giustizia.it/PST/it/paginadettaglio.page?contentId=ACC655.
  • All’invio potrà provvedere ogni funzionario costituito nell’anagrafica della PA/ente registrato sul PST. Il deposito si intende completato, sia positivamente che negativamente, alla ricezione della QUARTA PEC (dopo la prima di accettazione, la seconda di consegna e la terza di esito dei controlli formali automatici del sistema) e solo in tale circostanza potranno essere avviate le verifiche per l’individuazione dell’eventuale problema che blocca la lavorazione in cancelleria.

 

Tra le cause dei messaggi di errori o warning ricevuti si segnala:

- la mancanza della parola “DEPOSITO” all’inizio dell’oggetto della PEC di deposito;

- l’errata indicazione del registro di riferimento “Minorenni” per il Tribunale per i Minorenni e “SegnalazioniProcuraMinorenni” per la Procura per i Minorenni;

- l’errata indicazione del procedimento (v. dopo);

- l’effettiva e completa registrazione delle parti nel procedimento al momento in cui il deposito è stato ricevuto.

Alcune situazioni sono eventualmente sanabili dalla cancelleria e non bloccano l’accettazione del deposito; per tutte le altre il deposito dev’essere ripetuto previa risoluzione dell’anomalia.

 

I procedimenti sopravvenuti da luglio 2023, cioè quelli iscritti direttamente in SICID, sono afferenti all’unico nuovo registro MINORENNI e sono indirizzati con generico NUMERO/ANNO senza alcun prefisso (es. MINORENNI 1/2023).

I procedimenti iscritti nel precedente sistema di cancelleria fino a giugno 2023 e quindi oggetto di migrazione a SICID, ovvero quelli nei quali è riportata la precedente sigla registro (VG, MINORI SEGNALATI, ADS, ADOZ, ecc.), devono essere riferiti con i prefissi come da esempi seguenti, rif. NUMERO SICID:

 

PCT Minorile: consultazioni dei procedimenti

  • Si ricorda che la consultazione dei procedimenti da PST (e dai redattori/software che possiedono tali funzioni) è consentita solo ai soggetti/PA/enti correttamente inseriti e censiti come PARTI del procedimento.
  • Per la consultazione dei procedimenti minorili da PST sono in vigore opportune e specifiche regole di visibilità già comunicate e diffuse agli Uffici.

------------------------------------

Tribunale per i Minorenni di Bari - Via A. Scopelliti, 8 - 70123 Bari (Puglia) - Tel. 080.9173111 (centralino)
E-mail: [email protected] - [email protected]

Sito realizzato da Edicom Servizi

CSS Valido! Valid XHTML 1.0 Transitional